“Vergine Annunziata” di Antonello da Messina (circa 1476), Museo Nazionale di Palermo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ELENA GURRIERI

Bibliotecaria, italianista e saggista, è nata ad Arezzo nel 1959.
Vive a Firenze, dove lavora come responsabile della “Biblioteca del Seminario Arcivescovile Maggiore”. Qui ha catalogato, nel recente periodo, circa 2.500 cinquecentine del Fondo Antico. Ha pubblicato due monografie: L’autobus e la stella filante. Studi, testi e documenti di Letteratura Italiana del Novecento, San Giovanni Rotondo, Grafica Baal, 2002 (ed. fuori commercio) e “Il Mondo” 1945-1946. Indici, intr. di Alba Andreini, Milano, Franco Angeli, 2004.

Numerosi sono i saggi e le recensioni di critica letteraria in ambito novecentesco europeo che ha pubblicato su periodici scientifici e di cultura militante, con particolare attenzione ai seguenti autori: Sandro Penna, Eugenio Montale, Arturo Loria, Aldo Palazzeschi, Italo Calvino, Anna Banti, Alba De Cèspedes, Rina Sara Virgillito e Claudio Magris. Collabora a numerose riviste letterarie e di cultura contemporanea: “Bollettino ‘900” (Università di Bologna) della cui redazione fa parte, “Il Ponte” (Firenze) dove partecipa al comitato scientifico, “Studi Novecenteschi” (Università di Padova), “Il Vieusseux” (Firenze), “Studi Italiani” (Università di Firenze), “Paragone-Letteratura” (Firenze), “Caffè Michelangelo” (Firenze), “Il Portolano” (Firenze) e “Cartevive” (Lugano). Valutazioni lusinghiere del suo operato le sono pervenute negli anni e in varie occasioni da personalità italiane della cultura  come Natalia Ginzburg, Mario Luzi, Edoardo Sanguineti, Claudio Magris, Paolo Quattrini, Antonella Ivancich, Luigi Baldacci, Remo Ceserani, Giuseppe Savoca, Luciano Rebay, Bianca Montale, Enzo Siciliano, Luigi Crocetti, Piero Innocenti, Alba Andreini, Mauro Guerrini, Giorgio Luti, Giuseppe Nicoletti, Gino Tellini, Roberto Bigazzi, Graziella Corsinovi, Gualtiero De Santi, Marcello Rossi, Adele Dei, Francesco Gurrieri, M. Graziano Parri, Simona Costa, Franco Contorbia, Enza Biagini, Ernestina Pellegrini, Michele Rak e molti altri studiosi delle Arti in ambito moderno e contemporaneo. Attualmente i suoi interessi sono orientati al settore della Comparatistica tra le Arti, allo scopo di approfondire l’indagine del variegato rapporto esistente, soprattutto tra la Letteratura e l’Arte figurativa, nel Novecento culturale italiano ed europeo fino ai nostri giorni.

 

 

 

 

presentazione
curriculum
foto